5.6 C
Comune di L'Aquila
martedì, Aprile 23, 2024

CITraMS – Centro Interdipartimentale di Trasporti e Mobilità Sostenibile

RicercaProgettiCITraMS - Centro Interdipartimentale di Trasporti e Mobilità Sostenibile

Il tema della sostenibilità, con particolare riguardo alla mobilità, è ormai divenuto patrimonio della sensibilità acquisita negli ultimi tempi dall’opinione pubblica, tecnici, amministratori, legislatori ed è quasi unanimemente considerato centrale nei processi di sviluppo territoriali con particolare riguardo a quelli urbani.

La complessità è insita nel concetto di sostenibilità da intendersi, in una visione spaziale, come la sovrapposizione dei volumi di tre sfere quali quelle ambientale, sociale ed economica.

È necessario essere consapevoli che muovere persone o merci nello spazio è una funzione articolata e complessa poiché implica il coinvolgimento dei bisogni degli utenti con comportamenti acquisiti, sistemi di trasporto diversi, fonti energetiche ed emissioni differenziati, beni territoriali e ambientali, dispositivi tecnologici, vincoli fisici, normativi, ecc…

Il settore dei trasporti, in particolare, e quello della mobilità, in generale, impattano fortemente anche sulla salute e sulla vita umana e pertanto tutto ciò che migliora la salute delle persone e ne protegge la vita deve essere annoverato tra le iniziative sostenibili.

Pertanto, delineate e comprese l’ampiezza e le interconnessioni spaziali del fenomeno in questione, la mobilità sostenibile può essere analizzata solo seguendo la logica della complessità attraverso un approccio sistemico e multidisciplinare basato su un adeguato livello di conoscenza, studi analitici e numerici, modelli di simulazione per la valutazione critica di tutti gli effetti. Le risposte a un fenomeno articolato e complesso non possono essere univoche e onnicomprensive bensì necessitano di articolazione e diversificazione in funzione delle variabili di sistema e degli strumenti normativi e tecnologici a disposizione.

Con l’intento di contribuire ad affrontare la complessa problematica, nel 2019 l’Università degli Studi dell’Aquila ha istituito il Centro Interdipartimentale di Ricerca sui Trasporti e la Mobilità Sostenibile (CITraMS), partecipato da tutti i Dipartimenti dell’Ateneo, Enti pubblici, Aziende di trasporto e diversi esperti nazionali e internazionali nel campo dei trasporti. La Regione Abruzzo e TUA, l’Azienda Unica Abruzzese di Trasporto Pubblico, hanno aderito a questa iniziativa unica nel panorama nazionale.

Il Centro ha un Consiglio Direttivo di dieci membri in rappresentanza di tutti Dipartimenti, enti e aziende esterne aderenti, ed è attualmente supportato da un Consiglio tecnico-scientifico composto da 34 docenti di Ateneo e da otto esperti esterni sia nazionali che internazionali.

Il Centro nasce, quindi, con un’alta vocazione sia territoriale che internazionale e con un approccio scientifico trasversale tra le discipline ingegneristiche, informatiche, matematiche, fisiche, chimiche, mediche, neuroscientifiche e umanistiche.

Le attività del CITraMS

Il CITraMS promuove e coordina attività interdisciplinari di ricerca, trasferimento tecnologico e diffusione nei settori del trasporto (passeggeri e merci) e della mobilità sostenibile, con particolare riguardo a:

  • pianificazione delle infrastrutture di trasporto e relativi aspetti socio-economici e gestionali
  • analisi teorica e modellazione della domanda, dell’offerta di trasporto e della loro interazione
  • studio e sviluppo dei sistemi di trasporto avanzati e innovazione tecnologica dei loro componenti
  • studio e sviluppo dei sistemi di propulsione innovativi a basso impatto, loro contributo alla sostenibilità del comparto energetico ed all’utilizzo delle fonti rinnovabili.
  • interazione tra trasporto, ambiente fisico/sociale, educazione, salute, disabilità e invecchiamento.

Gli obiettivi del CITraMS

I principali obiettivi del CITraMS mirano a:

  • promuovere e diffondere la cultura della mobilità sostenibile e la conoscenza nel campo dei trasporti nelle diverse aree
  • promuovere l’interdisciplinarità dei temi di analisi, proposta e sperimentazione legati ai diversi sistemi e metodi di trasporto e ai loro impatti sociali, economici e ambientali
  • innescare processi di partenariato tra università, centri di ricerca, enti pubblici e imprese a supporto della ricerca strategica di settore
  • favorire processi e dinamiche socio-economiche volte a generare imprenditorialità innovativa nel contesto locale, nazionale e internazionale
  • sostenere il processo di trasferimento tecnologico nel settore
  • promuovere accordi e relazioni con enti pubblici e aziende per generare attrattiva e investimenti diretti e indiretti
  • sviluppare reti di cooperazione nazionali e internazionali.
+ posts

Dai uno sguardo agli altri contenuti

Dai uno sguardo:

Articoli più popolari