13.8 C
Comune di L'Aquila
mercoledì, Maggio 22, 2024

“Una finestra sul mondo del lavoro”. L’inserimento lavorativo dei ragazzi autistici in Abruzzo

Ateneo e comunitàIniziative“Una finestra sul mondo del lavoro”. L’inserimento lavorativo dei ragazzi autistici in Abruzzo

Il 2 aprile, in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo, l’Associazione Autismo Abruzzo Onlus e il sito logistico di Amazon di San Salvo, in provincia di Chieti, hanno siglato un accordo per l’avvio al lavoro di persone che soffrono di Disturbo dello Spettro Autistico (ASD) e Disabilità Intellettive Lievi (FIL). Il progetto, intitolato “Una finestra sul mondo del lavoro: inserimento lavorativo dei ragazzi autistici”, ha lo scopo di aprire per loro prospettive di occupazione una volta terminato il percorso scolastico. Lavorare significa anzitutto percepire uno stipendio e dunque raggiugere l’indipendenza economica, ma anche e soprattutto conquistare un ruolo sociale riconosciuto dalla comunità, in un contesto socioculturale che le marginalizza perché non crede nelle loro capacità. Il lavoro costituisce, dunque, un’importante “tappa di riabilitazione” che si riflette sulla vita relazionale e sul benessere psico-fisico delle persone con ASD e FIL.

Di concerto con i referenti aziendali, la dott.ssa Giammario, psicologa, responsabile del progetto e docente a contratto dell’Università degli Studi dell’Aquila, ha individuato le migliori soluzioni di inserimento e predisposto un percorso formativo non solo per i ragazzi e le ragazze che partecipano all’iniziativa, ma anche per gli operatori e le operatrici dello stabilimento Amazon che più da vicino si rapportano con loro. La figura della psicologa ha agevolato il collegamento tra il/la giovane autistico/a, la famiglia e l’azienda, funzionando da interprete delle esigenze di mondi distinti, ognuno con le sue particolari caratteristiche e il comune obiettivo di rendere l’esperienza lavorativa sicura e inclusiva.

Il progetto prevede una serie di passaggi fondamentali. Dal primo incontro con le famiglie per l’individuazione dei ragazzi e delle ragazze da inserire nel percorso, alla formazione del personale di Amazon sulle caratteristiche delle persone autistiche e sulla corretta comunicazione da adottare. Sono state, quindi, organizzate una serie di visite preliminari per operare un’attenta valutazione e per definire il miglior inserimento possibile. I ragazzi e le ragazze vengono impegnati/e per 5 giorni a settimana, con la formula contrattuale del part time orizzontale.

L’aspetto innovativo del progetto è costituito dalla promozione di una cultura dell’inclusione lavorativa, attraverso la valorizzazione della rete di relazioni tra i vari attori coinvolti e la creazione di un percorso che permetta ai ragazzi e alle ragazze di raggiungere il massimo livello di partecipazione attiva alla vita sociale, con un miglioramento della qualità della vita anche delle loro famiglie.

Rachele Giammario, docente a contratto di Psicologia dell’Educazione, Università degli Studi dell’Aquila

Rachele Giammario
+ posts

Dai uno sguardo agli altri contenuti

Dai uno sguardo:

Articoli più popolari